Nono adeguamento al progresso tecnico e scientifico del CLP

A partire dal 1° marzo 2018 si applica il 9° Adeguamento al progresso tecnico e scientifico del CLP (Regolamento 2016/1179).

Con questo regolamento viene soppressa la tabella 3.2 nell’allegato VI del Reg. CLP che elenca le sostanze pericolose che sono oggetto di una classificazione e un’etichettatura armonizzate sulla base dei criteri dell’allegato VI della direttiva 67/548/CEE ormai superata.

Il regolamento 2016/1179 modifica anche la tabella 3.1 dell’allegato VI del CLP.

In particolare, le modifiche riguardano:

  • la soppressione di due voci  (numero d’Indice 607-331-00-5 e 609-066-00-0);
  • la modifica della classificazione armonizzata di 22 voci già presenti (per un totale di 28 sostanze). Tra queste,  bisfenolo A e glutaraldeide;
  • l’introduzione di 26 nuove voci (per un totale di 32 sostanze). Tra queste, il solfato di rame pentaidrato, la polvere di piombo e il piombo massivo.

Adeguamento al progresso tecnico e scientifico del CLP

A partire dal 1° Febbraio 2018 si applica l’8° Adeguamento al progresso tecnico e scientifico del CLP (Regolamento 2016/918) che tiene conto della quinta revisione del GHS (Globally Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals).

Principali novità introdotte

  • Allegato I, Parte 1: precisazione sui principi generali sulla deroga all’etichettatura per sostanze o miscele classificate come corrosive per i metalli, ma non classificate per la corrosione della pelle o per gravi lesioni oculari;
  • Allegato I: introduzione di un nuovo metodo alternativo di classificazione dei solidi comburenti. È ora possibile classificare un solido comburente anche in relazione ai risultati ottenuti dalla prova O.3. Modifica delle disposizioni di classificazione per le classi di pericolo di corrosione/irritazione della pelle e di gravi lesioni/irritazioni oculari;
  • Allegati II e III: modifica di diverse indicazioni di pericolo e consigli di prudenza già presenti, cambio dell’ordine di alcuni di essi, sopprimendone la voce e inserendola separatamente in una nuova posizione;
  • Allegato II: chiarimento relativamente all’etichettatura di miscele contenenti isocianati e alcuni componenti epossidici per le quali non sussiste più l’obbligo di inserire la frase supplementare EUH208, se la miscela è già etichettata in conformità alle indicazioni di pericolo EUH204 e EUH205.

Nonostante il regolamento si applichi a decorrere dal 1° febbraio 2018, l’Art. 2 stabilisce che le sostanze e le miscele che sono state classificate, etichettate ed imballate conformemente al CLP ed immesse sul mercato prima del 1° febbraio 2018, dovranno essere aggiornate con le nuove disposizioni solo a partire dal 1° febbraio 2020.

Benvenuti

Vi presentiamo il nuovo sito web dell’Helpdesk nazionale CLP.
Il sito ha una nuova veste grafica ed è stato riorganizzato per una migliore fruibilità da parte degli utenti.