Pubblicato il Regolamento Delegato (UE) 2020/1182 (15° ATP) che modifica l’Allegato VI, Parte 3, del Regolamento CLP

È stato pubblicato il Regolamento Delegato (UE) 2020/1182 (15° ATP) che modifica l’Allegato VI, Parte 3, del Regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP), relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio delle sostanze e delle miscele.

Il 15° ATP introduce nuove classificazioni e modifica o abroga classificazioni esistenti.

Tra le principali modifiche:

–  nuove classificazioni relative a: acido nitrico in concentrazioni ≤ 70 %; fibre di carburo di silicio; rame in forma granulare; geraniolo; diottilsolfato; acido lattico; (2-metil-1,2-benzotiazol-2(2H)-one) [MBIT]; zinco pitione;

–  modifiche relative alla classificazione di: acido nitrico in concentrazioni > 70 %; ottametilciclotetrasilossano [D4]; diclorodiottilstananno; fosfina; piombo metallico in polvere; butanone ossima.

Il Regolamento 2020/1182 si applica a decorrere dal 1° marzo 2022 ma, ai sensi dell’art. 2, è possibile su base volontaria classificare, etichettare e imballare sostanze e miscele anche prima di questa data.

Pubblicato il Regolamento (UE) 2020/878 che modifica l’Allegato II del REACH relativo alle “Prescrizioni per la compilazione delle schede di dati di sicurezza (SDS)

Il 26 giugno 2020 è stato pubblicato il Regolamento (UE) 2020/878 che modifica l’Allegato II del REACH relativo alle “Prescrizioni per la compilazione delle schede di dati di sicurezza (SDS)” per sostanze e miscele.

Il regolamento introduce le seguenti novità:

–        le SDS devono includere le prescrizioni specifiche relate alle nanoforme, introdotte dal Regolamento (UE) 2018/1881, applicabile dal 1° gennaio 2020;

–        si tiene conto delle prescrizioni dell’Allegato VIII del CLP sui centri antiveleni che, nel caso delle miscele pericolose fornite per l’uso presso siti industriali, consente di indicare l’identificatore unico di formula (UFI) soltanto nella SDS;

–        si impone che per determinate miscele non imballate, l’UFI andrà riportato nella SDS;

–        si introduce il principio che, se disponibili, i limiti di concentrazione specifici, i fattori di moltiplicazione e le stime della tossicità acuta, stabiliti conformemente al regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP), dovrebbero essere indicati nelle SDS in quanto sono informazioni pertinenti per l’uso sicuro di sostanze e miscele;

–        si introducono nella SDS prescrizioni specifiche per le sostanze e le miscele con proprietà di interferenza con il sistema endocrino (interferenti endocrini);

–        vengono integrate nella SDS (nelle sezioni 9 e 14) le disposizioni specifiche relative alle SDS stabilite nella sesta e settima revisione del Sistema mondiale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche (GHS).

Il Regolamento 2020/878 è entrato in vigore il 16 luglio 2020 e si applica a decorrere dal 1° gennaio 2021. Tuttavia, fatti salvi gli obblighi di aggiornare le SDS conformemente all’articolo 31.9 del REACH o nel caso in cui, conformemente a quanto previsto all’allegato VIII, parte A, sezione 5, del CLP, l’UFI deve essere incluso nelle SDS, le SDS conformi al regolamento (UE) 2015/830, potranno continuare a essere fornite fino al 31 dicembre 2022 (periodo transitorio per le SDS esistenti).

ECHA pubblica il nuovo strumento di ricerca della legislazione UE sulle sostanze chimiche EU Chemicals Legislation Finder (EUCLEF)


EUCLEF fornisce una panoramica della legislazione dell’Unione europea sulle sostanze chimiche. Sono disponibili le informazioni sulle sostanze, le leggi applicabili ed è possibile verificare quali possono essere i relativi obblighi.

Ogni atto legislativo è corredato da una sintesi delle informazioni pertinenti, compresi il campo di applicazione, gli obblighi, le esenzioni, le attività di regolamentazione e gli elenchi delle sostanze interessate, unitamente ai collegamenti ai testi giuridici integrali in tutte le lingue dell’UE.

Vendita di prodotti online – le verifiche degli ispettori REACH e CLP sono iniziate

Il REACH-EN-FORCE 8 (REF-8) è incentrato sulla vendita online di sostanze, miscele e articoli negli Stati membri e nei paesi SEE. Sono iniziate le ispezioni al fine della verifica di conformità ai regolamenti REACH, CLP e biocidi. L’Italia partecipa al progetto la cui fase operativa è per l’anno 2020. I risultati si prevede che saranno pubblicati alla fine del 2021.

Il progetto riguarda i prodotti destinati al grande pubblico e ai professionisti che sono disponibili sui siti web delle aziende stesse e nelle grandi piattaforme di vendita online.

Gli ispettori verificheranno gli adempimenti alle normative su particolari aspetti e se gli acquirenti siano informati dell’esistenza di sostanze pericolose prima di completare l’acquisto.

Per maggiori informazioni si invita a visitare il sito di ECHA

Pubblicato il regolamento delegato (UE) 2020/11 per quanto riguarda le informazioni armonizzate in materia di risposta di emergenza sanitaria

È stato pubblicato il regolamento delegato (UE) 2020/11 che modifica il regolamento (UE) 2017/542 per quanto riguarda le informazioni armonizzate in materia di risposta di emergenza sanitaria.

Di particolare importanza è lo slittamento della prima data di messa in conformità, per le miscele per l’uso da parte dei consumatori, dal 1° gennaio 2020 al 1° gennaio 2021, al fine di concedere agli importatori e agli utilizzatori a valle un periodo di tempo sufficiente per predisporre le loro trasmissioni prima di tale termine.

Modifica dell’Allegato II del regolamento REACH

Nella seduta del 19-20 Novembre il Comitato REACH ha approvato all’unanimità la modifica dell’Allegato II del regolamento REACH relativo alle Schede di Dati di Sicurezza (SDS). Le modifiche proposte, la cui entrata in applicazione è prevista a partire dal 1° gennaio 2021, includono i requisiti relativi alle SDS per le nanoforme delle sostanze e inoltre adeguano l’Allegato II del REACH alla sesta e settima revisione del Sistema mondiale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche (GHS). Ulteriori modifiche includono l’allineamento dell’Allegato II del REACH all’Allegato VIII del CLP per quanto riguarda l’identificatore unico di formula (UFI). Il nuovo Allegato II richiede anche che i limiti di concentrazione specifici, i fattori M e le stime della tossicità acuta, stabiliti conformemente al CLP, quando disponibili, siano indicati nelle SDS. Infine viene stabilito che, poiché per le sostanze e le miscele aventi proprietà di interferenza con il sistema endocrino è stata individuata una serie di prescrizioni specifiche per le SDS, di conseguenza va modificato l’Allegato II.
https://ec.europa.eu/transparency/regcomitology/index.cfm?do=search.documentdetail&Dos_ID=18479&ds_id=64664&version=2&page=2

A partire dal 1° dicembre 2019 si applica il Regolamento 2018/669 recante l’11° Adeguamento al Progresso Tecnico e Scientifico del CLP

L’11° ATP introduce la traduzione formale in lingua italiana dei nomi chimici delle sostanze dell’Allegato VI classificate o riclassificate negli ATP precedenti al 7° [a partire dal Regolamento 1223/2008 sino al Regolamento 605/2014 (6° ATP del CLP)].

In precedenza, questi nomi erano disponibili solo in lingua inglese. L’11° ATP non aggiunge nuove sostanze né aggiorna la classificazione di sostanze già presenti nell’Allegato VI.

Inoltre il Regolamento elimina formalmente la Tabella 3.2 e rinomina la Tabella 3.1 come “Tabella 3”.

Regolamento Delegato per l’aggiornamento dell’Allegato VIII del CLP

Con Regolamento Delegato, la Commissione Europea ha adottato l’aggiornamento dell’Allegato VIII del CLP, precedentemente promosso con il consenso unanime dal CARACAL [Competent Authorities for Registration, Evaluation, Authorisation and restriction of CHemicals (REACH) and Classification, Labelling and Packaging (CLP)], che pospone dal 1° gennaio 2020 al 1° gennaio 2021 la prima scadenza relativa alla dichiarazione armonizzata delle miscele destinate ai consumatori. L’atto entrerà in vigore dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Pubblicata il 31 ottobre 2019 la Direttiva (UE) 2019/1831

Il 31 ottobre 2019 è stata pubblicata la Direttiva (UE) 2019/1831 della Commissione che definisce il quinto elenco di valori limite indicativi di esposizione professionale in attuazione della direttiva 98/24/CE del Consiglio e che modifica la direttiva 2000/39/CE della Commissione. La Direttiva 2019/1831 dovrà essere recepita entro il 20 maggio 2021. Questi valori limite indicativi rappresentano una componente importante del regime generale di protezione dei lavoratori dai rischi per la salute derivanti dall’esposizione a sostanze chimiche pericolose.